Vai al contenuto

Prove INVALSI

10 aprile 2011
Prove Invalsi:  aspetti legali e di procedure.

1) OBBLIGATORIE  le Prove Invalsi?

Questo è un falso problema posto da chi vuol far passare lo svolgimento delle Prove nelle scuole a carico dei docenti. La legge n° 53/2003 ha introdotto l’istituto dell’INVALSI e Ministro Fioroni con la legge n° 176/2007 ha aggiunto alle prove d’esame della terza media una prova a livello nazionale appunto preparata dall’INVALSI.  E’ l’INVALSI che deve organizzarsi per svolgere le prove, l’obbligo non riguarda i docenti e le scuole.

2)   Pertanto è  ILLEGGITIMA la NOTA del MIUR n°3813 del

30/12/2010 sulle procedure per lo svolgimento delle Prove INVALSI.

Infatti, il MIUR interviene con atti amministrativi su questioni che devono

essere affrontate in sede legislativa o contrattuale.

Tale nota è stata impugnata dai COBAS al TAR del Lazio.

Gli aspetti illegittimi riguardano:

- Quando e dove si fanno le prove:

nelle scuole statali e paritarie i giorni 10,11,12 e 13 maggio 2011, durante le

attività didattiche, in contrasto con l’art. 7, comma 2, del Testo Unico sulla

Scuola  D. Lgs.  n°297 16/4/1994 e il DPR n°275 8/3/1999 sull’Autonomia

scolastica. Solo se si esprime favorevolmente il C. D. possono essere effettuate

le prove.  Inoltre occorre la delibera del C. d. I. per essere inserite nel P O F.

Si può considerare anche l’ipotesi di sospendere le attività didattiche per dare

spazio alle prove, in questo caso interviene il C d I. Le prove vanno effettuate

fuori dall’orario curriculare per non coinvolgere C. D. e C. d. I.

Chi è coinvolto a svolgere le prove:

secondo la nota Miur somministrare e correggere le prove spetta ai docenti.

Questo contrasta con il contratto nazionale di lavoro che non prevede tra le

mansioni degli insegnanti tali obblighi. La somministrazione delle prove e la

loro correzione spetta al personale dell’INVALSI. Si può vedere la circolare

n°15 del 7/3/2011  del USR Piemonte che affronta tale argomento. Nell’ipotesi

di lavoro straordinario, si deve capire con quali fondi pagare i docenti, perché

non si può attingere al Fondo d’Istituto, destinato ai progetti della scuola.

Questo lavoro non può essere in alcun caso imposto ai docenti.

About these ads
3 commenti leave one →
  1. 18 maggio 2011 06:56

    ho sentito poche proteste in giro sulle prove Invalsi, eccetto un lamento infinito e sconsolato per la somministrazione e correzione gratuita delle stesse. Ore e ore. Le colleghe che se ne sono occupate dicono che molte domande di italiano, storia, matematica, fisica sono assurde quando proposte ad una seconda dell’IPSIA come la nostra (“A. Mattioni” di Cividale). I nostri allievi non possono sapere le stesse cose dei licei o dei tecnici, il che rende le prove inadatte. L’unica cosa mi sembra sia rifiutarle in sede di collegio docenti.. ma i dirigenti spingono e nessuno l’ha fatto. E perchè si parla delle sperimentazioni ipocrite per Costituzione e Cittadinanza? E la questione della verifica delle competenze che prenderà sempre più corpo non è un ulteriore impegno superfluo?

  2. 13 maggio 2011 17:16

    A SCUOLA E’ COMPARSA LA CIRCOLARE CHE INDICA COME ENTRO LUNEDI’ 16 MAGGIO SIA TASSATIVO CORREGGERE LE PROVE, SENZA INDICARE I NOMI DI CHI LO DEVE FARE. POSSO RIFIUTARMI DI CORREGGERLE?

    • Luke permalink
      13 maggio 2011 21:59

      la correzione delle prove invalsi è attività aggiuntiva (che deve come tale essere compensata a parte) di conseguenza non può essere considerata obbligatoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: