Skip to content

INCONTRO 19 FEBBRAIO A UDINE A SOSTEGNO DELLA L.I.P.

17 febbraio 2015

nelle prossime settimane il governo Renzi emanerà probabilmente una serie di decreti sulla scuola che sono stati preannunciati, nei giorni scorsi, dalle “24 priorità” elencate da Stefania Giannini, Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Le priorità risultano perfettamente coerenti con le linee programmatiche delineate nel documento “La buona scuola” circolato in rete in autunno e con le politiche che hanno devastato i comparti della conoscenza in questi anni. Non ci sono impegni per aumentare gli investimenti nella scuola, non si dice nulla sul rinnovo dei contratti, non si prevede alcun impegno concreto per l’innalzamento dell’obbligo scolastico a 18 anni.

Sul precariato le indicazioni sono inadeguate a fronte di una situazione drammatica; si ripropone la stessa retorica sulla valutazione, quote premiali, competizione e assunzioni meritocratiche senza peraltro aumentare le risorse.

Nel documento “La buona scuola”, del resto, emergeva in modo inequivocabile la rinuncia dello Stato a garantire un compito che la Costituzione italiana gli affida, quello di assumere fino in fondo gli oneri per la scuola pubblica nel nostro paese e di garantire ai bambini e alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze, l’esercizio di un diritto fondamentale, quello all’istruzione.

La scuola del futuro, quella che il governo Renzi prefigura, sarà dunque posta sul mercato: al suo interno potranno prevalere le ragioni dei privati che portando il loro denaro faranno emergere le loro intenzioni, le loro necessità particolari, a discapito di quell’interesse generale che la scuola della Repubblica deve tutelare: il bene comune di tutti i cittadini e le cittadine.

Mercoledì 11 febbraio, in una riunione che si è tenuta presso il bar Caucigh a Udine, si è costituito un Comitato locale di sostegno alla LIP, la “Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica”. La LIP è nata grazie al lavoro di centinaia di insegnanti, studenti, genitori, tecnici di laboratorio, personale amministrativo, studiosi ed esperti che hanno attivato un percorso, durato mesi, fatto di incontri, seminari, riflessioni, per giungere alla stesura di un testo che è stato poi sottoscritto da centomila cittadini/e.

Depositata in Parlamento nel 2006 (senza mai approdare in aula), oggi la LIP è stata ripresentata sia alla Camera (proposta di legge n. 1600) che al Senato (proposta di legge n. 2630), grazie all’appoggio di alcuni parlamentari di diverse forze politiche.

(www.lipscuola.it)

In tutta Italia sono nati comitati di sostegno alla LIP, si sono promosse iniziative pubbliche che hanno visto impegnarsi insieme docenti, studenti, genitori, personale ATA, intellettuali e diverse organizzazioni sindacali.

La LIP costituisce una valida alternativa alla “Buona scuola” renziana!

Anche a Udine vorremmo far sentire la nostra voce, organizzare degli incontri pubblici di approfondimento sulla LIP, provare a dar vita a qualche manifestazione. Non vogliamo rimanere passivi, inermi, di fronte alla devastazione della scuola e del sistema della conoscenza nel nostro paese!

Per questo vi invitiamo alla riunione che si terrà presso il bar Caucigh a Udine

giovedì 19 febbraio 2015 alle ore 17.00

Fate circolare l’avviso!

Adotta la LIP – Comitato di Udine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: